• it
info@electroil.it |  +39 0522 518703

Gli inverters Electroil presentano una frequenza di commutazione degli IGBT sui finali di potenza variabile tra 5 e 7.5 kHz a seconda dei modelli. Questa frequenza relativamente elevata, rispetto ai 50 Hz di rete, in presenza di cavi di collegamento lunghi più di 20 metri tra inverter e motore, può determinare la comparsa di correnti di dispersione capacitive verso terra sul cavo di collegamento al motore. Tali correnti di dispersione possono provocare delle sovratensioni elevate impulsive sul motore, di valore di picco a volte superiore ai 1000V che possono limitare la durata degli isolamenti del motore stesso, qualora tali materiali non siano di qualità adeguata.

Per il funzionamento con inverter su motori collegati con cavi lunghi, indipendentemente dall’utilizzo o meno del filtro di uscita, consigliamo sempre l’impiego di elettropompe con motori con isolamenti di buona qualità, ed in particolare è bene che vi siano:

  • Separatori di fase sulle testate dello statore, per evitare che gli smalti isolanti, sollecitati da tensioni impulsive elevate, possano nel tempo deteriorarsi;

  • Cuscinetti isolati (ceramici) per evitare la richiusura sull’albero di correnti indotte ad alta frequenza che potrebbero danneggiare le sfere.

I filtri di uscita sinusoidali da noi proposti sono fortemente consigliati quanto l’elettropompa non rispetti una o più delle condizioni sopra indicate ed il cavo di collegamento del motore sia più lungo di 20 metri.

Inoltre i filtri di uscita sinusoidali sono estremamente utili per la soppressione di disturbi che possono subire sistemi elettronici ad elevata suscettività elettromagnetica, quali ad esempio sistemi di videocamere o allarmi, oppure di trasmissione/ricezione di altri segnali audio/video, qualora i cavi di segnale di queste apparecchiature siano stati posati nelle stesse canale dei cavi di collegamento inverter-motore, anche se schermati (soluzione impiantistica fortemente sconsigliata).

I nostri filtri di uscita sono di qualità elevata (sempre prodotti in Italia o in Germania), con basso riscaldamento e basse cadute di tensione, per alimentazione di elettropompe monofasi o trifasi; sono filtri di tipo LC (induttivo-capacitivo), per rendere il più possibile sinusoidale e priva di picchi, la forma d’onda di tensione che arriva al motore, e possono essere forniti nella versione standard, a vista, oppure racchiusi entro box metallico IP54.

Per l’efficacia del filtro, questo deve essere posto il più vicino possibile all’involucro metallico dell’inverter, a valle dello stesso, all’inizio del cavo di alimentazione del motore.

Tutti i filtri di uscita proposti da Electroil sono stati testati in abbinamento agli inverters Electroil, ed utilizzati in abbinamento ai filtri di rete da collegare in ingresso, in presenza di cavi motore lunghi, oltre a limitare le sovratensioni sul motore, contribuiscono aumentando l’efficacia della soppressione dei disturbi di rete condotti.

Filtr di uscita CIMG4561Filtr di uscita FU-M12AFiltr SOF16AFiltr SOF30A